info@apsia.it
+39 338 1322067
079e499227cd3dfd537dec1872c16685.jpg
Benvenuti in A.Ps.I.A <small>ddddd</small>

Secondo biennio

Programma del corso di Teoria psicoanalitica

img contenuti 08Nel secondo biennio si cercherà di introdurre gli allievi alla conoscenza degli sviluppi del pensiero psicoanalitico da Freud agli Autori post Fruediani . Verranno affrontati i seguenti argomenti:
Il transfert: Freud, Klein, Winnicott -  L’identificazione proiettiva - Il controtransfert - Il pensiero di Bion - Winnicott: la regressione - Winnicott: l’uso dell’oggetto.

Altri lavori di Freud che l’allievo dovrebbe conoscere e che potranno essere affrontati a discrezione del docente durante le lezioni (sarebbe infatti impossibile prenderli tutti in considerazione per limiti di tempo), sono:
1) “Progetto di una psicologia” (1895): la ricerca di un modello integrato del funzionamento psichico partendo da basi fisiologiche
2) “L’interpretazione dei sogni”(1900), “Il sogno” (1901): la via regia per l’accesso all’inconscio
3) Lutto e melanconia (1915) come passaggio dalla prima alla seconda topica con l’introduzione del concetto di Super-Io
4) “Al di là del principio del piacere” (1920): svolta decisiva nel pensiero di Freud che lo porta a superare il dualismo del conflitto tra il piacere e il dispiacere per introdurre la pulsione di vita e quella di morte.
5) “L’Io e l’Es” (1922): la seconda topica
6) “Inibizione, sintomo e angoscia” (1926): nuova considerazione dell’angoscia, come paura della perdita dell’oggetto.
7) “La negazione” (1925)
8) “La scissione dell’Io nel processo di difesa”(1938)

Bibliografia essenziale
Albarella C., Donadio M. (a cura di) “Il controtransfert”, Liguori ed. , Napoli, 1998
Bion W.R. ”Apprendere dall’esperienza”, Armando, Roma, 1972
Freud S. (1912) “Consigli al medico nel trattamento psicoanalitico”, OSF vol 6, Boringhieri, Torino, 1974
Freud S. (1937) “Analisi terminabile e analisi interminabile” OSF, vol 11, 1979
Grinberg L., Sor D., Tabak De Bianchedi E. (1991) “Introduzione al pensiero di Bion”, Cortina, Milano, 1993 
Heimann P. (1950) “Controtransfert” in “Bambini e non più bambini”, Borla, Roma, 1992
Klein M (1948) “Scritti 1921-1958”, Boringhieri, Torino, 1978
Searles H. (1979) “Il controtranfert” , Bollati Boringhieri, Torino , 1994
Winnicott D.W. (1947) “L’odio nel controtransfert” in “Dalla pediatria alla psicoanalisi” , Martinelli, Firenze, 1975
Winnicott D. W. (1949) “L’intelletto nel suo rapporto con lo psiche-soma” , (1954) “ Ritiro e regressione”, (1954) “Gli aspetti metapsicologici e clinici della regressione nell’ambito della situazione analitica” in “Dalla pediatria alla psicoanalisi”, Martinelli, Firenze, 1975 
Winnicott D. W. (1971) “Gioco e realtà”, Armando, Roma, 1974


Programma di Teoria della tecnica psicoanalitica infantile

img contenuti 09Anche questo insegnamento si estende nell’arco dell’intero secondo biennio.
Nei seminari vengono presi in considerazione e studiati gli aspetti teorici e clinici peculiari del trattamento psicoanalitico infantile, prendendo spunto dagli autori che si sono principalmente occupati della terapia infantile: iniziando dalle prime osservazioni di Freud sul gioco del rocchetto, il caso del piccolo Hans , fino ad arrivare alla Klein, a Winnicott.
In ogni seminario viene inoltre sempre lasciato ampio spazio all’esposizione di situazioni cliniche da parte degli allievi, che sono oggetto di discussione da parte del gruppo e supervisione da parte del conduttore.

Gli argomenti trattati sono principalmente:
-Il setting e il contratto terapeutico
-L’alleanza terapeutica
-Il transfert
-Il controtransfert
-Il gioco: origini e funzioni, tipi di giochi, giochi di latenza
-Interpretazione del gioco
-Uso e funzioni del disegno in età evolutiva, spunti per l’interpretazione

Bibliografia essenziale
Algini M.L. “Il viaggio”, Borla, Roma, 2003
Algini M.L. (a cura di) “Il sessuale nella psicoterapia con bambini e adolescenti” Quaderni di psicoterapia infantile n.42 , Borla , Roma
Algini M.L. “Il tranfert nella psicoanalisi dei bambini” Borla , Roma, 1994 
Artoni Schlesinger C. “Adozione e oltre” , Borla, Roma, 2006
Brutti C., Algini M.L. Quaderni di psicoterapia n.38 “Tra ascolto e interpretazione”, Borla , Roma, 1998 
A.Ferro “La tecnica della psicoanalisi infantile”, R. Cortina, Firenze 1992 
Freud S. (1908) “Analisi della fobia di un bambino di 5 anni”, OSF vol 5, Boringhieri, Torino, 1972
Freud S. (1920) “Al di là del principio del piacere” OSF vol 9, Boringhieri, Torino, 1977 
S. Grimaldi, S. Latmiral (a cura di) “Il trauma in età evolutiva”, Borla, Roma, 2008
Klein M. (1948) “Scritti”, Boringhieri, Torino , 1978
Lanyado M., Horne A. (a cura di) (1999) “Manuale di psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza”, F. Angeli, Milano, 2003
Latmiral S. , Grimaldi S. (a cura di ) “L’abuso” Quaderni di psicoterapia infantile n. 58, Borla, Roma 
V. Lingiardi “L’alleanza terapeutica”, Cortina, Milano, 2002 
Lugones M. , Bisagni F. “Bambine e bambini, quale latenza oggi?”, Quaderni di Psicoterapia Infantile n 60, Roma
F. Palacio Espasa (1993) “Psicoterapia con i bambini”, R. Cortina, Firenze, 1995
Sandler J., Tyson R. , Kennedy H. “La tecnica della psicoanalisi infantile” Boringhieri, Torino, 1983
Tsiantis “Il lavoro con i genitori”, Borla, Roma, 2002
Tsiantis J. , Sandler A. M. , Anastasopoulos D., Martindale B. (a cura di) (1996) “Il controtransfert con i bambini e gli adolescenti”,F.Angeli, Milano, 1999
Winnicott D. W. (1971) “Gioco e realtà”, Armando, Roma, 1974


Programma di teoria della tecnica psicoanalitica della coppia genitoriale

img contenuti 10L’insegnamento, che è biennale, ha lo scopo di introdurre l’allievo all’approccio del trattamento psicoanalitico della coppia genitoriale.
Il trattamento del bambino e dell’adolescente rende infatti indispensabile focalizzare anche l’attenzione sulla coppia genitoriale; da questa il passaggio alla coppia coniugale ne è l’inevitabile conseguenza.
Nel trattamento psicoanalitico della coppia verranno prese in considerazione le relazioni interne al legame di coppia, il tipo di ingaggio che è alla base della relazione, l’uso che viene fatto della relazione per poi arrivare a restituire, attraverso lo scambio tra terapeuti e pazienti, all’interno della cornice del setting, la capacità di recuperare le risorse per un utilizzo più proficuo e funzionale della relazione.

Gli argomenti trattati saranno principalmente:
-Introduzione al concetto di genitorialità
-Dalla coppia coniugale alla coppia genitoriale
-D.W. Winnicott “La teoria del rapporto infante-genitore”
-Psicoterapia della coppia coniugale e genitoriale, cicli vitali.
-Genitorialità sostitutiva: adozione e affidamento eterofamiliare
-La coppia nel processo terapeutico, transfert e controtransfert.
-La crisi della e nella coppia. O.Kernberg “Aggressività e amore nella relazione di coppia”
-La crisi, la separazione, la non separazione, i figli nella separazione
-Processo terapeutico, decollusione e risignificazione

Bibliografia essenziale
Artoni Schlesinger C. “Adozione e oltre”, Borla, Roma, 2006
Dicks “Tensioni coniugali”, Borla, Roma, 1992
Kaes R. (2009) “Le alleanze inconsce”, Borla , Roma, 2010
Kernberg O. “Relazioni d’amore”, R. Cortina , Milano, 
Manzano J. , Palacio Espasa F., Zilkha N. (1999) “Scenari di genitorialità”, R. Cortina, Milano, 2001 
Nicolò Corigliano A. (a cura di) “Curare la relazione: saggi sulla psicoanalisi e la coppia”, F. Angeli, Milano, 1999
Nicolò Corigliano A., Trapanese G. “Quale psicoanalisi per la coppia?” F. Angeli, Milano, 2005
Norsa D., Zavattini G.C. “Intimità e collusione” , R. Cortina, Milano, 1997
Winnicott D.W. (1965) “Sviluppo affettivo e ambiente”, Borla , Roma, 1970


Programma di teoria della tecnica psicoanalitica adolescenziale

img contenuti 11L’insegnamento ha l’intento di addestrare gli allievi al trattamento dei pazienti adolescenti, trattamento che possiede peculiarità e specificità che esulano dalle coordinate che riguardano i pazienti adulti.
La difficoltà dell’adolescente ad accettare un rapporto di dipendenza, la tendenza all’agito, la mobilità e la precarietà degli investimenti fanno sì che sia necessario instaurare un setting e una tecnica con caratteristiche a parte, allo scopo di costruire un’alleanza terapeutica che favorisca lo sviluppo di una relazione continuativa con il giovane paziente .
Anche il lavoro di interpretazione con gli adolescenti deve essere usato con molta cautela: secondo Gutton, all’analista è richiesto un assetto che stimoli un dialogo e sensibilizzi l’adolescente a favorire il funzionamento per libere associazioni e all’autointerpretazione da parte del paziente, quindi l’analista deve differire l’interpretazione piuttosto che dare un’interpretazione “esterna” che può essere vissuta come un giudizio o un atto direttivo.
Verranno studiati il pensiero e gli orientamenti teorici degli Autori più rappresentativi che si sono occupati dell’adolescenza, quali R. Cahn, P.Jeammet, M. e E. Laufer, P. Blos, A.B. Ferrari, D.W. Winnicott
Oltre allo svolgimento del programma teorico verrà dato ampio spazio alla discussione di gruppo di casi clinici portati dagli allievi che saranno supervisionati dal conduttore.

Gli argomenti trattati sono principalmente i seguenti:

-L’alleanza terapeutica
-Il setting in adolescenza
-Il transfert e il controtransfert con il paziente adolescente
-La presa in carico dell’adolescente depresso
-La presa in carico dell’adolescente borderline
-La presa in carico dell’adolescente nevrotico
-L’agire in adolescenza: implicazioni tecniche
-La malattia psicosomatica in adolescenza
-I nuovi adolescenti


Bibliografia essenziale
Bergeret J. , Cahn R., Diatkine K. et Al. (1985) “Adolescenza terminata, adolescenza interminabile”, Borla , Roma, 1987
Blos P. (1979) “L’adolescenza come fase di transizione”, Armando , Roma, 1988
Cahn R. (1991) “Adolescenza e follia”, Borla , Roma, 1994
Cahn R. (1998) “L’adolescente nella psicoanalisi”, Borla , Roma, 2000.
Carbone Tirelli L. (a cura di) “Pubertà e adolescenza”, F. Angeli, Milano, 2006 
R. Debray, C. Dejours, P. Fedida (2002) “Psicopatologia del corpo”, Borla, Roma, 2004
Ferrari A. B. “Adolescenza come seconda sfida” , Roma, 2005
Gutton P. “Il pubertario” 
Gutton P. (2000) “Psicoterapia e adolescenza” , Borla, Roma, 2002
Jeammet P. (2004) “Anoressia e bulimia”, F. Angeli, Milano, 2006 
Kaes R. Faimberg H., Enriquez M. , Baranes J.J.( 1993) “Trasmissione psichica tra generazioni”, Borla , Roma, 1995
Lanyado M., Horne A. (a cura di) (1999) “Manuale di psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza” , F. Angeli, Milano, 2003
Laufer M., Laufer E. (1984) “Adolescenza e breakdown evolutivo”,Boringhieri, Torino, 1986
Laufer M. (a cura di) (1997) “Oltre il crollo adolescenziale”, Borla , Roma, 1999 
Nicolò A.M. (a cura di ) “Adolescenza e violenza”, Il pensiero Scientifico” , Roma, 2009
Novelletto A. , Biondo D., Moniello G.”L’adolescente violento”, F. Angeli, Milano, 2000 
Novelletto A. , Ricciardi C. (a cura di) “Separazione e solitudine in adolescenza”,Borla, Roma, 1997
Pietropolli Charmet G. “I nuovi adolescenti” R. Cortina, Milano, 2000
Tsiantis J., Sandler A.M., Anastopoulos D., Martindale B. (a cura di) (1996) “Il controtransfert con i bambini e gli adolescenti”, F.Angeli, Milano, 1999 
Winnicott D.W. (1965) “La famiglia e lo sviluppo dell’individuo”, Armando, Roma, 1998


Programma di psicopatologia infantile

img contenuti 12Questo seminario interessa entrambi i 2 anni del secondo biennio e si propone di affrontare gli aspetti salienti delle manifestazioni sintomatiche dell’infanzia , ai fini di arrivare ad una corretta diagnosi psicodinamica e ad un adeguato trattamento psicoanalitico.
Il seminario si svolge alternando l’approfondimento teorico-clinico con letture di testi, discussioni di gruppo e presentazione di casi in diagnosi o in trattamento da parte degli allievi.
I temi proposti sono:
1) Il sintomo e il suo significato nel bambino e nei genitori.
2) Sviluppo e funzioni delle difese dell’Io infantile tra normalità e patologia
3) Disturbi dell’alimentazione e del sonno nel bambino
4) Autismo e psicosi infantili
5) Alterazioni ed organizzazioni ad espressione nevrotica
6) Depressione infantile
7) Patologia psicosomatica (la relazione mente-corpo)
8) ADHD
9) Disturbi dell’identità di genere nel bambino
10) Disturbi di apprendimento
11) Il trauma in età evolutiva

Bibliografia essenziale
Birraux A. (2001) “Psicopatologia infantile”, Borla, Roma, 2004
Breen D. (1993) “L’enigma dell’identità dei generi”, Borla, Roma, 2000
Cerutti R., Guidetti V. (a cura di) “Psicosomatica in età evolutiva”, Il Pensiero Scientifico, Roma, 2007
Gaddini E. (1959) “La ruminazione nell’infanzia”, in “Scritti”, Cortina, Firenze, 1989
Gaddini E. (1980) “Note sul problema mente corpo”, in “Scritti”, Cortina, Firenze, 1989
Giannotti A., De Astis G. “Il diseguale”, Borla, Roma, 1989 
Grimaldi S., Latmiral S. “Il trauma in età evolutiva”, Borla, Roma, 2008
Palacio Espasa F. “La diagnosi strutturale in età evolutiva”, Masson, Milano, 1985
Tustin F. (1972) “Autismo e psicosi infantili”, Armando, Roma, 1975
Tustin F. (1981) “Stati autistici nei bambini”, Armando, Roma, 198
Winnicott W. D. (1958) “Dalla pediatria alla psicoanalisi”, Martinelli, Firenze, 1975


Programma di psicopatologia adolescenziale

img contenuti 13Il seminario affronta gli aspetti salienti delle manifestazioni sintomatiche in adolescenza, il senso che queste assumono nell’organizzazione complessiva della personalità e il loro destino nell’organizzazione della personalità adulta.
Particolare rilevanza verrà data alla specificità della psicopatologia in adolescenza in relazione alle dinamiche e ai compiti specifici del processo adolescenziale quali il processo di soggettivazione e la problematica identitaria.
Il seminario si svolge alternando l’approfondimento teorico clinico con letture di testi, discussioni di gruppo e presentazione di casi in diagnosi o in trattamento da parte degli allievi.
I temi proposti sono:
1) La crisi adolescenziale tra normalità e patologia-La valutazione del sintomo e i primi colloqui in adolescenza-La diagnosi psicodinamica in adolescenza: diagnosi prolungata e principali Autori di riferimento (Laufer, Cahn, Jeammet)
2) Breakdown evolutivo
3) La nevrosi in adolescenza
4) Depressione
5) I disturbi dell’identità di genere
6) Sindrome borderline
7) Psicosi
8) Psicopatologia legata all’espressione corporea (anoressia, bulimia, dismorfofobie)
9) Violenza, tossicomania, antisocialità, agiti in adolescenza

Bibliografia essenziale
AA. VV. ”Trattato di Psichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza”, Borla, Roma
Baranes J. (1991) “La questione psicotica in adolescenza”, Borla, Roma, 1994
Birraux A. (1990) “L’adolescente e il suo corpo”, Borla, Roma, 1993
Cahn R. (1991) “Adolescenza e follia”, Borla, Roma, 1994
Cahn R. (1998) “L’adolescente nella psicoanalisi”, Borla, Roma, 2000
Gutton P. (2000) “Psicoterapia e adolescenza”, Borla, Roma,
Jeammet P. ”Psicopatologia dell’adolescenza”, Borla, Roma, 1992
Jeammet P. (2004) “Anoressia e bulimia”, Borla, Roma, 2006 
Ladame F.(1981) “I tentativi di suicidio degli adolescenti”, Borla, Roma, 1987
Laufer M, Laufer E. (1984) “Adolescenza e breakdown evolutivo”, Boringhieri, Torino, 1986
Marcelli D. Braconnier A. (1983) “Psicopatologia dell’adolescente”, Masson, 1985 
Nicolò A.M. (a cura di) “Adolescenza e violenza”, Il Pensiero Scientifico, Roma, 2009
Novelletto A. “Adolescenza e perversione”, Borla, Roma, 1989
Novelletto A., Biondo D., Moniello G. “L’adolescente violento”, F. Angeli, Milano, 2002

Шаблоны с адаптивным дизайном